Archive for Vito Santoro

SI AVVISA I GENTILI CLIENTI CHE LA DITTA RIMARRÀ CHIUSA FINO AL GIORNO 10 SETTEMBRE

GRAZIE

SANTORO GIARDINI

BONUS VERDE 2018: cos’è e come funziona

 

BONUS VERDE 2018- La finanziaria 2018 prevede la possibilità di portare in detrazione il 36% delle spese sostenute per la realizzazione di impianti di irrigazione e per la realizzazione di giardini e per la sistemazione di terrazzi e balconi di ville ed appartamenti.

Chi può usufruire della detrazione fiscale?

Questa detrazione fiscale IRPEF sulla realizzazione di impianti di irrigazione e sistemazione di giardini spetta esclusivamente agli immobili che sono destinati ad uso abitativo.

E’ una vera e propria novità perchè fino a questo momento nessuna agevolazione fiscale aveva mai interessato il verde urbano inclusi giardini, balconi e terrazzi.

L’agevolazione fiscale “Bonus Verde 2018″ può essere utilizzata per la sistemazione di impianti di irrigazione di case private che ad interi condomini.

Quali tipologie di spese posso essere portate in detrazione?

Sono inclusi la realizzazione e sistemazione di impianti di irrigazione esterna o interrata del giardino incluse le pompe ed elettropompe per cisterne e pozzi ed in genere tutti gli interventi atti a migliorare il giardino o il terrazzo.

Quali sono i massimali di spesa?

La detrazione IRPEF sarà del 36% del costo sostenuto e documentato nel 2018.

Il tetto massimo di spesa è stato fissato a 5000 euro per ogni unità abitativa, anche se si spende più di 5000 euro il massimo detraibile sarà il 36% di 5000 euro e cioè 1800 euro.

La modalità di detrazione IRPEF per il Bonus Verde 2018 sarà suddivisa in 10 quote annuali, se per esempio spenderete 5000 euro per un impianto di irrigazione potrete portare in detrazione 1800 euro in dieci anni e cioè 180 euro l’anno.

Modalità di pagamento degli acquisti da portare in detrazione.

Per beneficiare della detrazione fiscale del 36% è necessario che la transazione sia documentata.

Per questo motivo è preferibile utilizzare come metodo di pagamento il bonifico conservando la contabile e la copia della fattura.

santorogiardini.it sarà lieta di rispondere alle vostre domande e perplessità.

 

img_0082

COSTRUZIONE DI UN BERSO’ ANTICO

 

COSTRUZIONE DI UN BERSO’ ANTICO IN STILE ROMANTICO,CON COLONNE IN GRANITO E STRUTTURA IN FERRO ZINCATO ORNATA DA RICCIOLI 

 

 

 

MATR

FIORI PER MATRIMONI A COMO-SANTORO GIARDINI PER IL GIORNO DEL TUO SI’

Un matrimonio non può essere tale senza il colore, il profumo e la meraviglia dei fiori …… la nostra fantasia e la nostra capacità ci permettono di giocare e creare con i fiori, per rendere unica e speciale la vostra cerimonia……  

Santoro Giardini vi offre una scenografia da sogno e allestimenti  per il giorno delle proprie nozze. Un team di garden designer,metteranno a vostra disposizione composizioni floreali e piante di ogni genere in uno scenario unico che farà da cornice al giorno più bello della vostra vita.

Gli esperti dell ‘arte floreale sapranno studiare insieme a voi la cornice ideale per rendere unico ed indimenticabile il giorno più importante della vostra vita,invia la tua richiesta al nostro sito internet

 

 

 

 

 

                                                                                      

image

Costruzione di una pavimentazione con beola di Luserna

 

 

 

image

BULBI DA PIANTARE IN AUTUNNO

Siamo in autunno. E’ il momento di piantare i bulbi dei fiori che vedremo sbocciare in primavera. Per garantirci un giardino e un davanzale ricco di colori vivaci e di profumi rilassanti, scegliamo diverse varietà di fiori.

Le possibilità sono molto numerose e potrete selezionare i fiori a seconda dei vostri gusti o colori preferiti. Dai narcisi ai tulipani, ecco alcuni consigli utili per scegliere i bulbi da piantare in autunno in preparazione del giardino di primavera.

1) Crocus
I crocus fioriscono all’inizio della primavera e ne preannunciano l’arrivo. Sono in grado di spuntare anche tra la neve. I fiori sono di solito di colore giallo o violetto. Potrete piantare i bulbi in vaso o in giardino, ai piedi degli alberi già spogli, dove la terra non verrà smossa. Posizionate i bulbi a circa 10 cm di profondità, con il lato piatto rivolto verso il terreno.

 

2) Narcisi
Sono i fiori protagonisti di leggende e poesie, oltre che veri e proprio simboli della primavera. Il loro tipico colore giallo dona allegria. Potrete trovare narcisi di differenti tonalità e dimensioni. Fioriranno all’arrivo delle giornate di sole primaverili. Potrete piantare i narcisi ai bordi dell’orto o del giardino, oppure creare un’aiuola multicolore.

3) Tulipani
Chi non ama i tulipani? E’ il momento ideale per interrare i loro bulbi. Sbocceranno in primavera e vi rallegreranno con i loro petali variopinti. Piantate i bulbi tra settembre e ottobre, prima dell’inizio delle gelate. Posizionateli ad una distanza di 100-15 cm l’uno dall’altro, con la punta rivolta verso l’alto e a 5-10 cm di profondità.

 

4) Bucaneve
I bucaneve, come i crocus, segnano la fine dell’inverno. I loro fiori bianchi riescono a resistere alle temperature ancora rigide. La loro presenza crea un meraviglioso contrasto nei terreni ancora incolti. I bucaneve amano la compagnia di altri fiori. Piantateli in piccoli gruppi e trapiantateli, per distanziarli, quando saranno spuntate le foglie o i primi boccioli. Posizionate i bulbi a 5 cm di profondità e a 5 cm di distanza uno dall’altro.

5) Campanule
Sono un classico di prati e giardini. Nel corso del tempo si moltiplicheranno creando un meraviglioso tappeto di colore blu e violetto. Le campanule amano la penombra. Piantate i loro bulbi ai piedi degli alberi che in autunno rimangono spogli, oppure accanto ai bucaneve. Posizionate i bulbi di campanule a 10 cm di profondità e di distanza l’uno dall’altra.

6) Iris
Blu, viola, arancio e giallo. Grazie agli iris potrete creare un vero e proprio arcobaleno di colori in giardino. Potrete seminare accanto a loro papaveri, fiordalisi e erbe di campo, per creare un effetto molto gradevole. Crescono in climi sia freddi che miti. Piantate i bulbi di iris a circa 6 cm di profondità e alla stessa distanza l’uno dall’altro.

 

7) Allium
Piantate i bulbi di allium in autunno se vorrete vederli fiorire in tarda primavera o all’inizio dell’estate, con una vera e propria esplosione di colori. Sono adatti per le bordure dell’orto. Possono spaziare dal rosa, al porpora, al violetto. Amano essere posizionati in pieno sole. Per una fioritura precoce, coltivate i bulbi di allium in vaso, in un luogo riparato dal freddo. Piantate i bulbi ad una profondità di 6-8 cm e ad una distanza di 10-12 cm.

 

8) Gigli
Scegliete bulbi di giglio a fioritura primaverile, che potrete piantare in autunno. Coltivate i gigli in terrazzo o in giardino, in una posizione semi-soleggiata. Interrate i bulbi ad una profondità di almeno 10 cm e ad una distanza di 5 cm l’uno dall’altro. I gigli non amano i terreni troppo umidi. Unite dunque al terriccio un po’ di sabbia per favorire il loro sviluppo.

 

9) Giacinto
Piantate i bulbi di giacinto in autunno, prima dell’arrivo delle gelate. Potrete scegliere tra vari colori: blu, rosa, violetto, arancio e altri ancora. Interrate i bulbi di giacinto in vaso o in giardino. Potrete conservare i bulbi dell’anno precedente e piantarli di nuovo con l’arrivo dell’autunno. Posizionateli ad una profondità di almeno 10 cm e una distanza di 10-15 cm.

 

10) Muscari
Il muscari fiorisce in piena primavera, tra aprile e maggio. Può raggiungere un’altezza di 25 cm. E’ adatto soprattutto per le bordure di orti e giardini, oltre che per le aiuole. E’ conosciuto anche con il nome di giacinto a grappolo. Potrete trovare fiori di colore azzurro, blu e violetto. Piantate i bulbi di muscari a circa 5-7 cm di profondità.

 

GUIDA ALLA MANCANZA DI NUTRIMENTI DELLE PIANTE

image

PRATO A ROTOLI-Lora

COSTRUZIONE GIARDINO-Capiago Intimiano

 

 

image

LAVORI DA FARE IN GIARDINO A MARZO

LAVORI DA FARE IN GIARDINO A MARZO – La primavera è alle porte, Marzo è il mese dei lavori di ripulitura e preparazione del giardino. Se le temperature lo permettono è possibile levare le coperture dalle piante poste al riparo di teli di materiale vario, avendo cura anche di ripulirle dalle foglie secche e dai rami rovinati; si ripuliscano anche le zone intorno agli arbusti ed agli alberi, levando foglie secche ed erbe infestanti, dopo aver sparso piccole quantità di concime organico una leggera zappatura permetterà di interrare il nutrimento e di farlo giungere più velocemente alle radici delle piante.

POTATURA

Per ottenere uno sviluppo equilibrato delle nostre piante durante queste settimane dovremo potare la gran parte di esse; escludiamo solo gli arbusti a fioritura primaverile, per i quali attenderemo l’appassimento completo dei fiori per potare i rami rovinati o deboli. Le piante da frutto, gli arbusti a fioritura estiva, le siepi, le rose, vanno potati adesso, in modo da favorire lo sviluppo di nuovi germogli vigorosi.

LAVORI VARI

Siamo ancora a tempo per porre a dimora alcuni bulbi a fioritura primaverile, mentre, quando le ultime gelate saranno ormai un ricordo, potremo porre a dimora anche i bulbi a fioritura estiva o autunnale. Possiamo porre a dimora anche arbusti, alberi da frutto e roseti, sia a radice nuda, sia quelli già in vaso. Durante le prime settimane di marzo possiamo anche rivedere alcune zone del giardino, operando degli spostamenti di alcune piante, dopo il 15-20 di marzo sarà però sconsigliabile sradicare e spostare le nostre piante senza causare uno stress molto elevato, infatti all’inizio della primavera la gran parte delle essenze presenti nei nostri giardini necessitano di acqua e nutrimento in maniera costante, che la permanenza in contenitore, anche se per brevi periodi, potrebbe non garantire. Possiamo praticare un primo trattamento antifungino con poltiglia bordolese.

SEMINA

Marzo e Aprile sono i mesi ideali per la semina del tappeto erboso. Ricordiamoci di spargere sul terreno del concime organico, o un fertilizzante a lenta cessione, e di lavorare a fondo il substrato, per permettere una perfetta radicazione delle giovani piantine.
Nell’orto e nel giardino cominciamo a seminare molte delle piante che utilizzeremo nei prossimi mesi, la gran parte delle quali vanno però seminate ancora in luogo protetto.
Nell’orto semine in letti caldi o sottovetro: Basilico, Cavoli estivi, Melanzane, Peperoni, Pomodori, Sedano, Zucchini.
Semine in piena terra: Barbabietole da orto, Bietole, Carote, Cicorie, Cipolle, Lattughe, Piselli, Pomodori, Porri, Prezzemoli, Rape, Ravanelli, Rucola, Scorzobianca, Scorzonera, Spinaci, Valeriana, Zucche (Angurie, Cetrioli, Fagioli, Meloni).
In giardino semine in letti caldi o sottovetro: Agerato, Amaranto, Asparago Plumoso e Sprengeri, Balsamina, Bella di notte, Bocca di Leone, Calendula, Celosia, Clarkia, Coleus, Cosmea, Dalla, Digitale, Gaillardia, Garofano, Lavatera, Lobelia, Lunaria, Kochia, Mesembriantemo, Nasturzio, Petunia, Portulaca, Primula, Salvia Splendens, Senecio, Statice, Tagete, Verbena, Zinnia.
Semine in piena terra: Astro, Bella di giorno, Calendula, Campanella, Cipresso annuale, Coreopsis, Cosmea, Crisantemo, Elicriso, Escholtzia, Fiordaliso, Garofano, Gypsophila, Godezia, Lino, Nasturzio, Nigella, Papavero, Petunia, Phlox, Pisello odoroso, Zinnia, Zucchetta ornamentale.